A PROPOSITO DI SMS DI CAPODANNO

Ricordo i bei tempi in cui la mattina di Capodanno potevo dormire quanto volevo. Non mi alzavo mai prima di mezzogiorno e, del resto, nemmeno i miei visto che hanno sempre avuto la mania di fare tardi. Vigeva, allora, una regola ferrea: non telefonare per gli auguri prima di mezzogiorno.
Allora non c’erano i cellulari. Lo dico soprattutto per i più giovani che, essendo praticamente nati con il telefonino, forse pensano che sia sempre esistito. No, cari miei, e la vita era senz’altro migliore. In primo luogo gli auguri a Capodanno non te li facevano in tempo reale, rompendoti l’anima mentre stavi brindando, mangiando il panettone o guardando lo spettacolo pirotecnico in piazza. Non solo, ora se si vogliono mandare dei messaggi augurali, pochi minuti dopo mezzanotte le linee sono intasate e il disservizio inevitabilmente costringe la gente a perdere un bel po’ di tempo a tentare e ritentare, rinunciando a un altro bel pezzo di festa. E poi, visto che di solito le feste sono super rumorose, va a finire che uno, per telefonare o per rispondere alla chiamata, si allontana dal locale, magari se ne va fuori e, sperando di sbrigarsi in fretta, non si porta nemmeno dietro il cappotto, rischiando un bell’accidente, così, tanto per cominciare bene l’anno.

Quando non avevano ancora inventato il telefonino, non potendo raggiungere parenti e amici sul luogo dei festeggiamenti, allora si aspettava la mattina successiva per chiamare a casa. Ma, come dicevo all’inizio, si sperava che la zia ottantenne, che di sicuro non aveva festeggiato Capodanno fuori casa rientrando alle cinque di mattina, attendesse un’ora decente per telefonare.
Ora, in aggiunta alle tempestive chiamate sul cellulare allo scoccare della mezzanotte, ci sono gli SMS. È un bel sistema per comunicare e non si è nemmeno obbligati a rispondere subito: tanto chi scrive non può sapere se al momento dell’invio il cellulare è acceso o meno. Altro vantaggio dell’SMS è la discrezione: di solito il bip che annuncia l’arrivo del messaggio non è sonoramente insistente quanto lo squillo del telefono e, ciò vale almeno per me, non lo si sente se si ci si trova nel bel mezzo di una festa con tutto il frastuono che c’è. Inoltre, se si lascia il cellulare spento di notte, l’SMS sarà leggibile solo al mattino successivo, anche se inviato all’alba.

Ma veniamo al testo degli SMS. Normalmente ci si lancia in amenità del tipo “Auguri di un florido e sereno anno nuovo” oppure “Che l’anno nuovo ti porti felicità e denaro” ecc. ecc. Insomma, se la telefonata può essere informale e ridursi ad un semplice auguri, tanto più frettoloso quanto meno convenienti sono le tariffe del gestore scelto, un SMS, essendo scritto, deve essere un po’ più curato e un po’ meno prosaico. Può ovviamente essere spiritoso, anche se normalmente il massimo dell’ironia si raggiunge all’Epifania, sempre che il destinatario del messaggio sia una donna che viene carinamente definita “befana”.

Tornando al tema iniziale, cioè le dormite fino a mezzogiorno la mattina di Capodanno, devo ammettere che non riesco proprio a poltrire fino a quell’ora, anche perché non faccio tardissimo e finisce che anche a San Silvestro vado a letto alla stessa ora in cui sono solita infilarmi sotto il piumone. Così al mattino mi sveglio più o meno all’ora di sempre – verso le 6! – anche se mi impongo di rimanere a letto almeno un’oretta di più. Stamattina ho acceso il cellulare verso le 8 e 30 e, manco a dirlo, ho trovato un bel po’ di messaggi, tanto che l’icona con la bustina lampeggiava, segnalando l’intasamento della memoria del telefono. Ho letto gli SMS e quando sono arrivata all’ultimo, mi è sembrato subito un po’ strano. Iniziava così:

In questo momento 1456789 persone vorrebbero trombare, 450215 lo hanno appena finito, 354015 stanno ancora trombando … solo uno sta *mancano parti di testo*

L’ho riletto un paio di volte, anche perché senza occhiali non vedo un accidente e mi seccava alzarmi per andare a prenderli nello studio. In più devo dire che ero ancora un po’ addormentata: oltre a chiedermi cosa c’entrasse il riferimento all’atto definito con il verbo toscaneggiante, mi interrogavo, con una discreta curiosità, su cosa mai potesse fare una sola persona … mah! Ho, quindi, cominciato a cancellare un po’ di messaggi – la scelta, in questi casi, è molto difficile perché io agli SMS mi ci affeziono e ci sono quelli che non cancello mai, tipo il messaggino che mio marito mi ha inviato per l’anniversario quand’ero in Inghilterra un anno e mezzo fa – sperando di ricevere la parte mancante dell’SMS in questione. Ho atteso fino alle sette di sera! Ormai non ci pensavo proprio più a quell’uno che invece di trombare stava facendo qualche altra cosa. La scoperta, però, non mi è piaciuta molto. La parte omessa infatti recitava:guardando il suo cellulare … Buon anno

Ma perché, mi chiedo, non ho quel minimo di intuito che mi farebbe sembrare meno scema in situazioni come queste?

2 pensieri riguardo “A PROPOSITO DI SMS DI CAPODANNO

  1. Buonasera prof! Io non sarò per nulla puntuale e mi scuso profondamente per questo…ma fortunatamente ho rintracciato la Befana in tempo e stasera dovrebbe recapitarle un pensiero speciale!! Spero abbia già preparato la calza! Mi scuso ancora!
    A presto!

    la sua alunna smemorata

    "Mi piace"

  2. Ok, Valentina, sei perdonata. Guarda che non è da tutti avere un “post intitolato”, quindi ritieniti fortunata.

    Visto che ti sei data un gran daffare per preparare i regali di Natale, questa sera fai pure il giro dei camini? Naturalmente scherzo, ma considera la battuta – per altro assai scontata, di questi tempi – una mia piccola vendetta per la tua smemoratezza.

    A presto. 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...