26 aprile 2011

BALLANDO SENZA STELLE: DOPO RAIMONDO TODARO E SIMONE DI PASQUALE, SFUMATA LA FINALE ANCHE PER SAMUEL PERON

Posted in spettacolo, talenti, televisione, vip tagged , , , , , , , , , , , , , , at 3:57 pm di marisamoles


“Ballando con le stelle” è una delle poche trasmissioni di “varietà”, com’erano chiamate tempo addietro, che mi appassiona. È un talent show più che un “varietà”, avrà senz’altro da obiettare qualcuno, ma non è polemico come altri talent e i protagonisti sono delle “stelle” a tutti gli effetti: i maestri lo sono nell’ambito della disciplina della danza sportiva, gli allievi lo sono ognuno nella propria professione, dallo spettacolo allo sport passando attraverso il giornalismo. Quindi, possiamo dire che lo show vede, comunque, come protagonisti delle persone già note e non dei “dilettanti allo sbaraglio”, per rubare la definizione alla trasmissione antagonista di “Ballando con le stelle”, ovvero “La Corrida”.

Io seguo lo spettacolo condotto dalla bravissima Milly Carlucci fin dalla prima edizione. Ho imparato, quindi, a conoscere bene ed apprezzare anche i ballerini-maestri che spesso passano in secondo piano, proprio perché le “stelle” brillano di più anche se non certo per le abilità nel ballo. Diciamo che si è più portati a seguire, durante l’esibizione, la performance della “stella” piuttosto che quella del suo maestro. Ma questo è normale perché è evidente che si cerchi di seguire i miglioramenti dei concorrenti, mentre si dà per scontata la bravura dei maestri.

Tra le ballerine ho apprezzato particolarmente la stupendamente flessuosa Natalia Titova che, però, in questa edizione ha una parte limitata visto che è in dolce attesa: a breve darà alla luce la primogenita, rendendo papà il campione di nuoto Massimiliano Rosolino che ha incontrato proprio a “Ballando”, cui ha partecipato nel 2007, la bella maestra di origine russa.
Anche se ritengo che le ballerine siano tutte molto brave, pur essendo alcune di quelle che partecipano all’attuale edizione nuove del cast, prediligo i maestri e in particolare tre di essi che possono essere ritenuti i veterani di “Ballando”: Raimondo Todaro, Simone Di Pasquale e Samuel Peron. Oltre ad essere i più bravi, hanno spesso portato alla finale le proprie partner, alcune poi risultate vincitrici. Quest’anno, tuttavia, due di essi sono finiti ben presto in panchina, uno è riuscito a portare la propria “stella” al ripescaggio e un altro ha lottato fino all’ultimo per far guadagnare alla compagna la finale. Senza riuscirci, però. Ma andiamo con ordine.

Raimondo Todaro, catanese, classe 1987, ha partecipato allo show della Carlucci fin dalla seconda edizione. Pur giovanissimo (aveva solo 18 anni), con un curriculum di tutto rispetto, balla in coppia con Cristina Chiabotto e vince la seconda edizione. Ma non è finita qui: vince anche l’anno successivo con Fiona May e porta alla vittoria anche la giovanissima attrice, interprete di “Amore 14”, film di Federico Moccia, Veronica Olivier, nella scorsa edizione.
Quest’anno gli è stata affidata come allieva un’altra sportiva, la campionessa di nuoto Alessia Filippi. Ma la giovane allieva, troppo alta e troppo poco aggraziata per poter aspirare a qualche abilità coreutica, non ha convinto il pubblico che l’ha bocciata fin dalla seconda puntata. C’è da aggiungere che la Filippi non ha brillato per simpatia e si è rivelata piuttosto permalosa e vendicativa nei confronti della giuria: non ha gradito lo 0 affibbiatole da Ivan Zazzaroni che l’ha definita “una giraffa che balla” e ha portato in studio, il sabato successivo, due peluche in omaggio: una giraffa, appunto, e un asino, accompagnando il gesto con parole piuttosto sferzanti, ovvero “le giraffe possono diventare cavalli di razza, gli asini no”. Insomma, nonostante l’indubbia bravura del bel Raimondo, nulla ha potuto la sua arte rispetto alla poca grazia e alla scarsissima simpatia dimostrata dall’allieva ribelle, tanto che non c’è stata alcuna speranza per la Filippi di essere ripescata.
Vedere un maestro come Todaro in panchina fin da subito, lo ammetto, mi ha fatto un po’ male. Credo che sia stato sfortunato nell’abbinamento e abbia avuto poche armi a disposizione per “addomesticare” la caparbia Alessia.

Un altro dei maestri storici di “Ballando” è Simone Di Pasquale. In assoluto il primo a portare alla vittoria la sua partner: Hoara Borselli, infatti, è la prima “stella” a brillare nella finale del programma. Lo scorso anno Di Pasquale è arrivato alla finale ballando con l’attrice Barbara De Rossi, classificatasi terza.
Ballerino di successo è stato anche interprete del musical “La febbre del sabato sera”, vestendo i panni del protagonista Tony Manero, ruolo che, nell’omonimo film degli anni Settanta, fu del mitico John Travolta.
Quest’anno Simone Di Pasquale è stato abbinato ad una “stella” ancora poco luminosa nello star system: Madalina Ghenea, anni 22. La modella di origini rumene ha ottenuto la notorietà soprattutto grazie ad uno spot, girato insieme a Raul Bova, per un noto gestore telefonico. Anche lei molto alta ma flessuosa e aggraziata, non ha ballato poi così male; tuttavia, non è riuscita a convincere la giuria e ha fatto poca presa sul pubblico, forse perché, più che una “stella”, era una perfetta sconosciuta. Anche nelle occasioni di ripescaggio, la bravura del maestro che l’ha portata a notevoli miglioramenti, riconosciuti anche dalla giuria, non è bastata per rimetterla in gara. Anche in questo caso mi sembra che Di Pasquale meritasse di più e che forse l’accoppiata non è stata delle più felici.

Dulcis in fundo, anche Samuel Peron, ventinovenne ballerino vicentino di indubbia abilità ed esperienza, è presente nel cast di “Ballando” fin dalla seconda edizione in cui ha portato in finale l’attrice Loredana Cannata, arrivata poi seconda. Nell’edizione del 2008 è stato il vincitore della gara in coppia con Maria Elena Vandone e ha partecipato anche alle altre edizioni, ballando anche con una sportiva, Valentina Vezzali, e riuscendo a fare di lei una ballerina abbastanza apprezzata, nonostante gli inizi non lasciassero presagire nulla di buono a causa della poca abilità nel ballo dimostrata dalla schermitrice. Quest’anno Samuel è stato messo in panchina durante la semifinale, senza riuscire a conquistarsi il diritto alla finale insieme all’allieva Barbara Capponi. Quest’ultima, giornalista professionista, è attualmente una delle conduttrici delle edizioni del TG1 del mattino.
Fin dall’inizio il maestro Peron ha difeso energicamente, seppur mantenendo l’educazione che lo contraddistingue, la povera Capponi, mai veramente apprezzata dalla giuria, anche se seguita dal pubblico a casa. Tuttavia, le basse votazioni, a volte davvero molto ingiuste, attribuite a Barbara dai giurati, hanno contribuito non poco a rendere difficile la “sopravvivenza” con il televoto. Nella puntata di sabato scorso ho inoltre constatato che la parzialità di Carolyn Smith e co. è stata veramente indecente, specie in occasione dell’esibizione con l’ospite a sorpresa. Nel caso di Barbara, si è esibito nella veste di ballerino improvvisato l’adorato nipote, appena ventenne, che certamente ha dimostrato il suo affetto nei confronti della zia ma anche la sua mediocrità nella danza. Tuttavia, la giornalista ha dimostrato i miglioramenti che le erano già stati riconosciuti, ha superato l’emozione della sorpresa a ha ballato molto bene. Tutto questo non è bastato, però, per convincere la giuria, ovvero la presidente Carolyn Smith, che le ha attribuito un misero 6. La valutazione sarebbe anche stata onesta, considerando la prestazione del partner inesperto, ma altri concorrenti hanno avuto dei compagni di ballo mediocri, pur ottenendo voti molto alti. Quando poi la Capponi si è trovata di fronte, nello spareggio al televoto, il rivale Christian Panucci, da sempre beniamino del pubblico, nulla ha potuto la bravura di Samuel Peron per evitare l’eliminazione della partner. Lo scarto di pochi punti percentuale (il 47% contro il 53%) ha comunque dimostrato che la “stella” del giornalismo, definita “antica” dalla giuria, ha convinto sempre più il pubblico. Ma il televoto è influenzato comunque dalla valutazione della giuria che non ha mai davvero apprezzato la Capponi ballerina, pur attribuendole a volte dei punteggi più alti.
E così anche il bravo Peron ha abbandonato il sogno della finale. Almeno per questa edizione. Speriamo che tutti e tre i maestri, Todero-Di Pasquale-Peron, dovessero rimanere nel cast delle prossime edizioni, abbiano maggior fortuna con gli abbinamenti: è un peccato vedere delle stelle vere oscurate da altre “stelle” alquanto discutibili, come Cabrerizo e Panucci, solo per fare un esempio e senza voler fare polemica.

[alcune notizie su ballerini e "stelle" sono state tratte dal sito ufficiale di "Ballando con le stelle"]

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO CORRELATO: Ballando con le stelle” 2011: fuori la Belvedere e Canino inorge contro il televoto

5 marzo 2010

LORENZO CRESPI A “BALLANDO CON LE STELLE” HA LASCIATO DI STUCCO TUTTI, ANCHE LA CARLUCCI. TORNERÀ PER IL RIPESCAGGIO?

Posted in Lorenzo Crespi, spettacolo, televisione tagged , , , , , , , , , , , , at 4:39 pm di marisamoles

Ormai quella di Lorenzo Crespi a “Ballando con le stelle”, show di successo condotto con stile ed eleganza dalla brava Milly Carlucci, è diventata una specie di soap-opera: ogni settimana ci si chiede che cosa potrà mai accadere nella puntata successiva. Eppure, lo spettacolo del sabato sera, alla sua sesta edizione, non ha mai lasciato spazio alle polemiche. Qualche scaramuccia, sì, tra concorrenti e giuria o fra rivali in pista. Niente strascichi settimanali: di “Ballando” si tornava a parlare il sabato dopo. Ora, complici anche le ospitate de “La vita in diretta”, quotidiano di Rai1 condotto da Lamberto Sposini, non a caso uno dei giudici della gara di ballo, se ne parla sempre, e soprattutto ci si interroga: ritornerà in pista Crespi, dopo l’ennesima polemica e l’ennesima scenata degna di un bambino viziato, come sostiene Ron Moss? Infatti, l’attore americano, interprete da decenni della soap (quella vera!) “Beautiful”, sabato scorso ha rotto il silenzio e si è tolto dei sassolini dalle scarpe, così almeno ballerà meglio. Non si può dire, onestamente, che sia un bravo ballerino, anche se l’impegno è fuori discussione: avrà pure una coscienza per guadagnarsi i 900mila euro di compenso? E non c’è dubbio che quei soldi se li stia letteralmente sudando.

Non voglio ritornare sulle critiche che si sono susseguite nei confronti di Crespi lo scorso sabato; rimando alla lettura di quest’altro POST. C’è da dire, tuttavia, che la maggior parte degli intervenuti si è schierata a favore della brava e bella Natalia Titova, maestra del bel tenebroso attore siciliano e abbandonata in pista senza giustificazione alcuna. Se, infatti, la messa in onda del video clip aveva disturbato Crespi, per correttezza avrebbe perlomeno dovuto presentarsi a fianco della sua ballerina e comunicare l’intenzione di abbandonare la gara. La splendida Titova, sempre molto discreta, è sbottata anche lei dicendo: “O in gara o fuori. L’importante è che si decida”. Ma mentre lei, poverina, se ne stava in mezzo alla pista, abbandonata come l’aratro in mezzo al maggese di pascoliana memoria, il suo allievo si era letteralmente volatilizzato.

Alla fine della scorsa puntata, dunque, Lorenzo è stato eliminato, anche perché, in seguito al comportamento inqualificabile, la produzione l’ha estromesso dal televoto. Ma la stessa Milly ha ipotizzato un suo rientro per la puntata di ripescaggio (in onda domani, sabato 6 marzo): in pratica, sarebbe riammesso in gara alla stessa stregua dei “compagni” eliminati dal televoto ma che hanno comunque continuato ad allenarsi per tutte queste settimane. Crespi, che aveva già disertato le prove settimanali due puntate fa, dovrebbe quantomeno allenarsi nuovamente per poter competere con gli altri. Ma, evidentemente, è talmente convinto di essere un ballerino provetto, forse migliore dello stesso maestro che ha criticato, Simone Di Pasquale, definito praticamente una nullità, da ritenere di non aver bisogno di ulteriori lezioni di ballo.

Intanto sul web il “pubblico” si divide: c’è chi sostiene che le polemiche di Crespi facciano parte di una strategia ben architettata per battere la concorrenza (Gerry Scotti con “Io canto” su Canale 5); altri ritengono che sia semplicemente una vittima perché il vincitore sarebbe già stato deciso a tavolino e la sua bravura avrebbe messo in difficoltà la “stella” designata (Raz Degan? Barbara De Rossi? Benedetta Valanzano? Veronica Olivier? Quest’ultima, tra l’altro, è attualmente protagonista di una love story, vera o presunta, con il suo ballerino, Raimondo Todaro, e si sa che il gossip attira sempre l’attenzione e, di conseguenza, fa audience!). Insomma, gli interrogativi non mancano e quasi quasi si potrebbe proporre allo SNAI di accogliere le scommesse sul rientro in gara di Crespi.

Leggo su Libero News Magazine, un’intervista alla presentatrice di “Ballando”, Milly Carlucci, che si dichiara basita dal comportamento di Crespi di cui non riesce a comprendere nemmeno il motivo. Ad Emanuele Benvenuti, autore dell’articolo, che le chiede in che modo Crespi si sia giustificato, Milly risponde:Non si è giustificato, ha solo detto che se ne andava. Non ha spiegato cosa l’avesse sconvolto a tal punto da abbandonare la pista. Noi siamo rimasti basiti: se il motivo era la clip d’intervista, è una cosa che facciamo da sei anni. Nel filmato per la sfida di coppia c’erano le opinioni “incrociate” di Barbara De Rossi e Simone Di Pasquale, che di lui e Natalia Titova dicevano: «Molto bravi, ma poco emozionanti». Lui rispondeva grossomodo: «Barbara è molto brava, ma il maestro non è così straordinario: a confronto con gli altri non è nessuno». Giudizi tutto sommato normali, espressi in un’intervista palese. A un certo punto l’intervistatrice gli ha anche chiesto se voleva fermarsi per non esagerare, ma lui ha risposto: «No, questo lo voglio dire». Per di più questo è successo mercoledì: giovedì il produttore gli ha comunicato d’aver montato l’intervista e lui ha ribadito di voler esprimere quei concetti. Quindi non capisco lo sconvolgimento di sabato e l’allontanamento, fatto grave verso di noi e anche verso il contratto (che è per 10 puntate).

La Carlucci, inoltre, giudica il comportamento di Crespi poco sportivo, e lo può ben dire, forte della sua esperienza: la presentatrice, infatti, è stata campionessa di pattinaggio negli anni ’70.
Per quanto mi riguarda, da sportiva attiva per tanti anni, dico che le gare non si abbandonano mai: anche morto ma vai in gara. Lorenzo, per rispetto, dovrebbe tornare e spiegare. È stato eliminato e potrebbe essere ripescato, ma di certo con una penalizzazione, perché nel gruppo è ormai un ballerino anomalo. Stiamo cercando nella storia sportiva un caso analogo cui appigliarci, proprio perché da noi mai è successa una cosa simile, spiega Milly. E di certo “anomalo” lo è il nostro Lorenzo. Considerando anche che poco prima della messa in onda della clip, era allegro e spensierato. Nulla poteva far presagire un voltafaccia del genere. Inoltre, come spiega la conduttrice, l’intervista sotto accusa era impostata sull’illustrazione dei pregi e dei difetti delle altre coppie, senza un minimo di provocazione. In altre parole: Lorenzo poteva dire ciò che voleva, poteva anche “non dire”, nessuno l’ha costretto a fare delle affermazioni di cui poi si sarebbe pentito o che avrebbero causato in lui una reazione così impulsiva come è quella di chi prende e se ne va senza nemmeno avvertire. Insomma, tutto era nelle sue mani … o meglio, sulla sua bocca.

Un dubbio, però, rimane: perché le altre clip ritraggono i protagonisti dello show in situazioni spensierate o durante l’allenamento dove al sudore si mescolano le battute e le risate? Insomma, sembra che l’unico ad essere intervistato da solo nel suo camerino, quasi in un ambiente protetto e asettico, sia il Crespi. Peccato, però, che non sia riuscito a sfruttare l’occasione per dimostrare la sua umanità o per esprimere solidarietà nei confronti dei compagni d’avventura, magari quelli che sembrano in difficoltà o che sono stati eliminati. Perché, dunque, criticare Barbara De Rossi e Simone Di Pasquale? Solo perché, la settimana precedente, avevano esternato l’una il proprio dispiacere, l’altro il proprio disappunto per la sofferenza causata dal comportamento di Crespi alla sua partner di tanti balli, Natalia Titova?

Alla domanda: Crespi tornerà?, Milly risponde: Finora non abbiamo avuto contatti con lui. Non è la prima volta che succede, già sparì due settimane fa. Allora Natalia andò a parlarne alla Vita in diretta e mi mossi anche io per riportarlo indietro. Insomma, il lupo perde il pelo ma non il vizio. Non mi sembra il caso, però, di andarlo tanto a pregare: faccia come vuole, se vuol passare per maleducato o se preferisce atteggiarsi a vittima dicendo quello che pensa, parli pure, ma dica qualcosa, almeno. Ha dimostrato di non avere peli sulla lingua, quando registra le interviste: lo dimostri anche in diretta sabato prossimo!

Alle insinuazioni di molti che attribuiscono alle polemiche sorte un indubbio vantaggio pubblicitario, con tanto di share batti-concorrenza, la Carlucci replica dicendo: Questa non è la nostra strada: noi facciamo un programma in cui spesso ci sono delle polemiche, ma sono di tono scherzoso, colorite ma simpatiche.
Come ha osservato Guillermo Mariotto sabato scorso, la trasmissione non è più “Ballando con le stelle”, si sta trasformando il “Parlando con le stelle”. Ma il pubblico segue Milly e le sue “stelle” per vedere uno spettacolo danzante, per passare tre ore e mezza in santa pace, dimenticando la vita frenetica che ci fa gustare sempre meno le amenità di cui lo spirito ha pur sempre bisogno per ritemprarsi. Di talk-show ce ne sono tanti e dobbiamo assistere continuamente a battibecchi e urla di persone che spesso non rispettano gli interlocutori e nemmeno il pubblico. Ora basta: delle polemiche ne abbiamo piene le tasche. Ridateci il ballo, altrimenti dalle stelle si passa direttamente alle … stalle.

AGGIORNAMENTO DEL POST, ORE 21.30

In un’ intervista rilasciata al settimanale “Oggi” che verrà pubblicata lunedì prossimo, Lorenzo Crespi ci fa partecipi delle sue perplessità al riguardo del programma:

“Dopo la standing ovation che ho ricevuto nella prima puntata, il 9 gennaio, ho visto che la faccia di molta gente non era felice, io già sento di poter azzardare chi vincerà il programma: primo Ronn Moss, seconda Barbara De Rossi, terza Veronica Olivier. Da certi meccanismi, da quello che si è rivoltato contro di me. Insomma, io è dalla seconda puntata che non devo vincere. Anche se al televoto ero superiore a tutti”.

Prosegue puntando il dito con la competizione che ha nei confronti dell’ attore di Beautiful Ronn Moss: “Secondo me non era previsto che io, con la mia performance, mettessi in ombra il vip americano Ronn Moss. Ho dato fastidio, tant’è che la mattina dopo, agli allenamenti, la mia insegnante Natalia Titova non mi ha accolto con il sorriso. Ci siamo allenati e lei mi era parsa severa. Lì ho intuito che forse avevo incrinato certi equilibri”.

[Articolo di Gionata Cerchiara; fonte newnotizie.it]

28 febbraio 2010

LORENZO CRESPI-SHOW A “BALLANDO CON LE STELLE”: POLEMICHE SENZA FINE, LASCIA LA GARA ED E’ ELIMINATO

Posted in Lorenzo Crespi, spettacolo, televisione tagged , , , , , , , , , , , , , , at 12:56 am di marisamoles


Anche sabato 27 febbraio a “Ballando con le stelle” Lorenzo Crespi è stato protagonista del suo personalissimo show a base di salsa e … polemiche. Ormai credo che abbia toccato il fondo e, nonostante la sua indiscutibile bravura di ballerino, sia indifendibile dal punto di vista umano. Se si fosse limitato alle polemiche sui voti della giuria, sarebbe stato accettabile. Ma la sua reazione al solito video-clip che anticipa l’esibizione dei vip con i loro maestri ha passato ogni limite, visto che si è permesso di offendere pubblicamente non solo i concorrenti rivali ma anche i ballerini professionisti. Fino ad arrivare all’abbandono della povera Natalia Titova, sublime maestra e ragazza dolcissima, oltre che dotata di infinita pazienza e di una classe invidiabile. Da lei Crespi avrebbe potuto imparare molto, non solo nell’ambito del ballo, ma anche dal punto di vista umano. La Titova ha, soprattutto, una dote che al Crespi manca del tutto: l’umiltà.

La prima parte della serata sembrava filare liscia, con sorrisi e balli, cioé esattamente quello che i telespettatori e il pubblico in studio vorrebbero vedere sempre in uno spettacolo televisivo del genere.
Alla prima sfida con Raz Degan, Lorenzo Crespi dichiara: “Le vincerà tutte lui [le sfide], se lo merita”. Poi, però, quando inspiegabilmente la giuria premia proprio Raz, Crespi non sa nascondere il disappunto, facendo una faccia più che eloquente: è evidente che quello che ha appena detto non lo pensava affatto. Alla fine di questa prima manche vince al televoto, il che significa che il pubblico da casa, nonostante tutto, continua a premiarlo.

Non contento del favore che ottiene, non riesce a frenare la lingua che, ormai, è indipendente dalla sua testa: se pensasse prima di parlare, certe cose non le direbbe. Nel VIDEO che va in onda prima della seconda esibizione, Crespi polemizza su ciò che Simone Di Pasquale aveva detto la volta scorsa e cioé che Barbara De Rossi, sua partner, era talmente dispiaciuta per quello che era successo -Crespi aveva disertato per tutta la settimana la sala prove- da essere “depressa e devastata“. Oddio, forse le parole del Di Pasquale sono state un po’ esagerate, comunque non era indispensabile replicare dicendo “che c’entra lei con la vita mia?”. Poteva, in effetti, limitarsi a dire: “mi dispiace che Barbara si preoccupi per me”. Poi spara a zero sul ballerino professionista dicendo che Di Pasquale in confronto a Todero o a Di Filippo -altri ballerini professionisti- sparisce. Quindi asserisce di essere stato aggredito da lui durante la puntata precedente. In effetti Di Pasquale voleva solo difendere la Titova -con cui ha ballato per anni e ha avuto anche una storia d’amore- visto che era stata abbandonata per tutta la settimana.

Al termine della messa in onda del video-clip e dopo l’esibizione della coppia sfidante, quando tocca a Lorenzo Crespi si presenta in pista la Titova da sola, con aria alquanto sconsolata ma sempre con il sorriso smagliante sulle labbra. Che è successo? Crespi è sparito, non si trova più. Di Pasquale non si lascia sfuggire nemmeno questa occasione per difendere la collega maestra di Crespi: “una ballerina del genere non si lascia mai da sola“. Certo, ma si potrebbe osservare che non si abbandona la gara dopo essersi impegnati a portarla a termine. Infatti, interpellata la presidente della giuria, Carolyn Smith, osserva che in questi casi si procede alla squalifica.
Milly sembra impacciata e guarda in giro per lo studio in cerca di lumi. Nasconde il disappunto ma si capisce che anche lei non ne può più delle sceneggiate di Crespi. Da parte sua, Barbara De Rossi è ancora più depressa e in suo soccorso interviene nuovamente il fedele Di Pasquale che osserva: “Lei [Barbara] ha dimostrato di fare molte cose, alla sua età. Bisogna essere umili fino alla fine, non si deve giudicare”.

Nel frattempo la produzione fa sapere che Crespi può rientrare per la manche a quattro valida per il salvataggio ma la sfida è vinta dalla coppia avversaria e il concorrente assente non può partecipare al televoto. Milly, però, non demorde e manda Paolo Belli a cercare l’attore. Lui, tuttavia, non c’è e ha il cellulare spento. Più tardi si saprà che è in camerino a parlare con la direzione.
Intanto a bordo pista si scatenano le polemiche da parte degli ospiti invitati alla trasmissione. Il giornalista Sandro Mayer osserva che una ballerina stupenda come Natalia non si abbandona e che gli sembra un peccato che le cose siano andate così perché all’inizio della puntata Crespi sembrava allegro e rilassato; ma durante la messa in onda del video ha cambiato faccia, continuava a fare “no” con la testa e dal labiale si è capito che ad un certo punto ha detto “non ce la faccio più, me ne vado”.
Uno dei giurati, Fabio Canino, si dimostra favorevole alla squalifica perché ritiene non ci siano giustificazioni al comportamento di Crespi: “ha preso in giro tutti, o ci si diverte o si va a casa”. La Smith è d’accordo per la squalifica e, quando Mayer tenta di difendere l’attore parlando di “psicologia particolare”, Canino salta su dicendo che ha sbagliato e deve pagare per questo. Anche la Titova chiede che venga presa una decisione definitiva: meglio se non torna più ed è d’accordo con la Smith.

La Carlucci si professa super partes e sostiene che “Ballando” è una vera gara, molte persone si mettono in gioco e si sacrificano, cercando di sorridere anche nelle sfide, come quando si gioca in spiaggia e poi si va a mangiare la pizza insieme.
A questo punto interviene Ron Moss , sempre molto discreto forse anche per colpa della lingua che non consoce, dicendo che non vuole parlare male di nessuno ma tutte le persone in gara si sono fatte un mazzo così dalla mattina alla sera; si deve capire che bisogna farla finita con le polemiche e i comportamenti sbagliati, soprattutto ne devono prendere atto la giuria e il pubblico che televota. Definisce Crespi un bambino viziato che vuole stare al centro dell’attenzione, ma l’attenzione bisogna darla a chi la merita.
A parziale difesa interviene Lamberto Sposini osservando che non bisogna fare dei processi sommari in contumacia e spera che Crespi ritorni sui suoi passi. A questo punto Barbara De Rossi, furibonda nonostante per carattere sia piuttosto timida e riservata, dice che non si può fare e dire ciò che si vuole. Milly vorrebbe che Lorenzo ritornasse anche perché non si abbandona così una gara e Sposini la supporta auspicando che Crespi dia delle spiegazioni sul suo comportamento. Guillermo Mariotto, con il suo solito sorriso sornione, osserva che la tramissione si sta trasformando in “Parlando con le stelle” e anche Ivan Zazzeroni concorda nel sostenere che non si possono portare i problemi propri in pista e che Crespi ha dei problemi che non sono legati allo spettacolo in sé. Come dire che è paranoico, insomma.

Dopo la discussione, la gara continua con le altre sfide, intermezzate dall’intervento dei due ballerini per una notte: Valerio Scanu e Emanuele Filiberto, reduci dal Festival di Sanremo. La Rai sponsorizza la Rai, insomma.
Alla fine, Crespi non si presenta per la manche a quattro e viene eliminato. Aggiungo: FINALMENTE!
Viene eliminata Margherita Granbassi, nonostante sia stata lodata dalla giuria per tutta la serata. Forse le è stata fatale l’attribuzione dei punti del tesoretto a Barbara De Rossi che i giurati sembrano privilegiare spesso.Lo spareggio tra Ron Moss e Benedetta Valanzano (ripescata) si disputerà nella prossima puntata, anche perché lo Crespi-show ha fatto perdere un sacco di tempo in inutili parole. Sarebbe stato molto meglio non ammetterlo in gara la scorsa puntata, visto che aveva disertato le prove. Almeno la povera Natalia non sarebbe stata umiliata a questo modo.

A GRANDE RICHIESTA, ECCO IL VIDEO DEL MOMENTO CLOU DELLA SERATA, QUANDO CRESPI E’ SPARITO!

PER LEGGERE LE ALTRE “PUNTATE” DEL LORENZO CRESPI-SHOW, CLICCA QUI.

[POST AGGIORNATO IL 29 FEBBRAIO 2010]

14 febbraio 2010

LORENZO CRESPI A “BALLANDO CON LE STELLE”: LE POLEMICHE CONTINUANO, MA POI RESTA IN GARA!

Posted in Lorenzo Crespi, spettacolo, televisione tagged , , , , , , , , at 1:06 am di marisamoles

Anche nella puntata del 13 febbraio di “Ballando con le stelle” non sono mancate le polemiche dell’attore, aspirante ballerino, Lorenzo Crespi. Dopo tutta la settimana di assenteismo dalla sala prove, ci aspettavamo che lasciasse il programma e invece l’abbiamo trovato in pista allegro e sorridente. Non solo, nel primo ballo eseguito, un charleston, è stato pure bravo. Un miracolo se è vero, come ha detto più tardi, che l’aveva provato solo mezzora prima dell’inizio della trasmissione. Anche il ballo a sorpresa, eseguito con un’altra insegnante, non è stato male. Insomma, polemiche a parte, si può pensare che il ballo Lorenzo ce l’abbia nel sangue. Peccato che non brilli per simpatia.

La prima parte della puntata di “Ballando” è passata senza far presagire la maretta che ha segnato l’intervallo fra una parte e l’altra dello spettacolo. Poi la super Milly si è tolta dalle scarpe tutti i sassolini che si doveva togliere. Non l’ho ma vista così seria, lei sempre pronta a sdrammatizzare, elargendo sorrisi a destra e a manca, mettendo in mostra la splendida dentatura. Ma stasera era proprio indispettita, in particolare dal fatto che Crespi, nella famosa intervista di cui è andata in onda una parte la scorsa settimana (questo il LINK), ha messo in dubbio la correttezza degli autori.

Di fronte ad una Milly alquanto contrariata, Crespi è stato capace solo di continuare con il suo solito atteggiamento da vittima. Mi aspettavo delle scuse e invece è arrivata solo una mezza scusa, relativa solo a quanto detto nella parte iniziale dell’intervista. Ha, per di più, tenuto a precisare che l’intervista è durata quindici minuti e da quel poco che è andato in onda non si è potuto capire quale fosse il vero motivo di contrarietà. Ha spiegato che si stava parlando di “anima” e che tutto si può dire ma che non abbia un’anima. Poi ha sbandierato di avere ogni anno 9 milioni di telespettatori in occasione delle fiction (ma non mi sembra che ne faccia una all’anno!), quindi non gli interessa il giudizio di uno solo. Sinceramente non ho ben capito cosa intendesse, ma sono sicura che il suo unico interesse era quello di continuare la polemica.

A quel punto ha preso la parola Simone Di Pasquale, ballerino professionista, che ha sottolineato il comportamento scorretto di Crespi, specie nei confronti della sua maestra, Natalia Titova, non essendosi presentato alle prove per tutta la settimana. Poi Di Pasquale ha riferito che venerdì sera l’attore aveva salutato tutti, truccatrici, sarte e donne delle pulizie comprese, il che faceva presagire il suo abbandono del programma. E invece eccolo lì ancora a far polemiche.
Nonostante Simone Di Pasquale cercasse disperatamente di far intervenire anche i suoi colleghi, sembrava che nessuno avesse nulla da dire. Poi ha preso il microfono Dima Pakhomov per riferire che Crespi, venerdì sera, avrebbe detto: “me ne vado, cosa ci sto a fare qui con la spazzatura”. L’attore, naturalmente, ha negato, sempre con il sorrisetto indisponente sulle labbra. A questo punto, però, è intervenuta Milly a sedare gli animi: si vedeva lontano un miglio che non voleva che la polemica proseguisse.

Tutto sembrava andare per il verso giusto quando, in occasione della seconda sfida, Crespi ha comunicato di voler (o dover) abbandonare la gara, non avendo provato il secondo ballo, un merengue. Ed ecco di nuovo il sorriso, l’esternazione di un dispiacere che sembrava tanto fasullo, le frasi di rito come “è stato bello, mi sono divertito, grazie a tutti, non è giusto che io rimanga, merita di restare Margherita (Granbassi) ecc. ecc.”. Ma anche in questo caso la Carlucci ha saputo convincere Crespi a rimanere e provare il ballo, rassicurando il concorrente che la bravura della sua maestra l’avrebbe di certo aiutato e guidato. Così è stato: Crespi di nuovo in pista, in un’esibizione del tutto accettabile. Per fortuna la giuria, che doveva assegnare i punti del tesoretto per salvare una coppia dall’ultima manche di gara, non l’ha risparmiato.

Poi, siccome le polemiche non erano sufficienti a vivacizzare la trasmissione e ad alzare lo share, è stato cambiato il meccanismo della fase finale della gara, quella valida per la salvezza. Abbiamo, quindi assistito ad un ripescaggio di alcuni concorrenti già eliminati, che si sono misurati con i colleghi ancora in gara. Non entro nei particolari ma arrivo alla conclusione: nel ballottaggio finale tra Crespi e Benedetta Valanzano, bravissima ballerina, ha vinto lui, con ben il 76% di preferenze.
Che altro c’è da dire? A Crespi le polemiche fanno bene e anche a “Ballando”. A me, sinceramente, hanno stufato.

LEGGI ANCHE IL NUOVO ARTICOLO SULLA PUNTATA DEL 27 FEBBRAIO 2010: LINK

Aspasia

"Oltre le parole e le cose"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Coppetta gusto Collins e Mazzantini

Perchè un buon libro è come un gelato: non puoi che divorarlo!

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Insegnanti 2.0

Insegnare al tempo dei "Nativi Digitali"

L'isola delle colline.

Nella mia vita ho speso più tempo a chiedere "Ci beviamo un caffè?" che a bere davvero caffè.

cucinaincontroluce

il mio mondo in uno scatto

I media-mondo

LA MUTAZIONE CHE VEDO ATTORNO A ME. PROVE DI PENSIERO DI GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

La disoccupazione ingegna

Sono disoccupata, sto cercando di smettere. Ma non mi svendo

Nephelai

......... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dott.ssa psicologa, psicoterapeuta Marzia Cikada (Torino, Pinerolo, Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Critica Impura

letteratura, filosofia, arte e critica globale

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

Diemme

Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 287 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: