3 aprile 2011

BALLANDO CON LE STELLE 2011: FUORI LA BELVEDERE E CANINO INSORGE CONTRO IL TELEVOTO

Pubblicato in: spettacolo, talenti, televisione, vip tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , a 11:25 am di Marisa Moles


“Ballando con le stelle” è una delle mie trasmissioni preferite, in primis perché adoro Milly Carlucci, la signora delle conduttrici italiane, in secondo luogo perché mi piace il ballo, infine perché è una trasmissione piacevole e istruttiva, allo stesso tempo, nonché scevra da inutili polemiche. Almeno fino alla scorsa edizione che ha visto protagonista l’egocentrico Lorenzo Crespi e le sue inutili polemiche. Quest’anno, però, avevo avuto l’impressione che lo spettacolo fosse tornato ad essere quello di sempre, grazie anche all’estrema correttezza dei concorrenti e alla loro sana competizione basta sulla stima reciproca.

Ieri sera, tuttavia, verso la fine della puntata, qualcosa ha incrinato il clima amichevole e disteso che si era creato fin dall’inizio, se eccettuiamo l’atteggiamento un po’ indisponente di Povia che però è stato eliminato quasi subito. Cos’è successo ieri sera? Alla fine della gara è stata eliminata tramite il televoto Vittoria Belvedere sulla quale ha avuto la meglio Bruno Cabrerizo, allenato dall’esile ma energica Ola Karieva.

L’attrice italiana era (ma potremmo dire è, visto che c’è il ripescaggio e certamente rientrerà al suo posto, come merita) una delle candidate alla finale insieme a Kaspar Capparoni, bel tenebroso e bravissimo ballerino, e la giovane attrice Sara Santostasi, piena di energia e vitalità, nonché ottima nelle performance danzerine.
La Belvedere, bella, elegante, educata, ricca di talento e di umiltà, ha dovuto abbandonare momentaneamente la gara ed ha accettato il responso del televoto con grande signorilità, elargendo sorrisi indirizzati all’avversario Cabrerizo, mal celando, tuttavia, un certo rammarico. Credo che il pensiero di tutti, telespettatori e pubblico in sala, sia stato il medesimo: ma come può essere eliminata la bella Vittoria quando in gara sono rimasti dei ballerini davvero mediocri? Tale pensiero deve aver attraversato anche la mente di uno dei giurati (la giuria, però, non aveva avuto un ruolo attivo nell’eliminazione dell’attrice, almeno apparentemente e dopo spiego il perché), Fabio Canino, che non ha digerito il verdetto del pubblico e, parecchio indignato, ha esclamato: “E dopo dicono che la giuria è ingiusta” o qualcosa del genere. Subito pronta, a bordo pista, la replica di Sandro Mayer che fa notare al “canino avvelenato” (mai espressione calzò più a pennello) che la sua osservazione non è carina nei confronti dello sfidante Bruno. Ma quest’ultimo, stralunato quanto mai (ogni volta di fronte alle percentuali del televoto fa fatica a comprendere se rimane in gara oppure no), non vuole far polemica anche se è evidente che il giudizio del pubblico l’ha colto di sorpresa.

Forse non tutti, però, hanno notato la contrarietà della presidente di giuria, Carolyn Smith, l’unica vera responsabile dell’eliminazione della Belvedere, secondo me.

Tornando indietro alle prime esibizioni, al dignitoso quick step, ballo tutt’altro che semplice, di Vittoria, la Smith aveva attribuito un misero 7. Di per sé il voto potrebbe essere accettabile ma se lo confrontiamo con altre valutazioni, forse pare un po’ “strettino”: sempre in questa prima manche, ad esempio, Gedeon Burkhard ha ottenuto dalla presidente di giuria un bell’ 8, non del tutto meritato, a mio parere. Stesso discorso si potrebbe fare di fronte al 10 con cui la Smith ha premiato il pur ottimo boogie woogie di Capparoni: forse un 9 ci stava ma il 10 … Ma si sa che la Crudelia Demon di Ballando, ieri per la prima volta “orfana” della cagnolina, ha un debole per i maschiacci, specie quelli che le fanno salire gli ormoni alle … stelle! Tuttavia, se osserviamo la valutazione della performance di Barbara Capponi, giornalista un po’ impacciata ma che sta migliorando vistosamente di puntata in puntata, anche lei è stata premiata con un bel 7 dalla Smith, pur non avendo il talento della Belvedere. Ma è noto anche che la presidente di giuria adotta uno strano metro di valutazione: è più generosa con chi fa dei progressi mentre dai bravi si aspetta di più quindi è più tirata con i voti. Ma che ragionamento è? È come se io premiassi un mio allievo scadente in latino solo perché è migliorato ma punissi quello bravo perché avrebbe potuto fare meglio. Ne conseguirebbe una vera e propria rivoluzione!

Ma gli errori della Smith non sono finiti. Nella seconda manche di gara le “stelle” dovevano cimentarsi in un ballo sconosciuto anche ai maestri: la salsa colombiana, ballo strepitoso, dal ritmo superveloce e dalle coreografie ricche di acrobazie. La presidente di giuria aveva a disposizione dei punti bonus da attribuire a seconda dell’esibizione: da 0 a 10 ma poteva anche togliere i punti già assegnati dalla giuria nel primo ballo. Vediamo come ha valutato le diverse esibizioni:
• Belvedere / Di Filippo 2
• Burkhard /Togni 2
• Cabrerizo / Karieva 6
• Capparoni / Musikhina 6
• Capponi /Peron – 3
• Santostasi / Gaudino 7
• Panucci /Yunkure 5
Troppo severa con la Capponi, poverina, equa con la Santostasi, obiettivamente la più brava, ma troppo generosa con Capparoni e Panucci. Vediamo perché. La salsa colombiana, così com’è stata dimostrata, nella scorsa puntata, dai campioni del mondo John Vasquez e Judi Aguilar, prevede delle performance molto diverse tra uomo e donna: il primo deve muovere molto velocemente le gambe ed impegnarsi in prese molto difficili, la seconda, spesso sollevata da terra e sempre sgambettante, ha bisogno soprattutto di un buon equilibrio. Né Capparoni né tantomeno Panucci, che stimo molto per l’umiltà, la cortesia e la simpatia, hanno meritato i 6 punti, soprattutto perché, al di là delle prese, poche nel complesso, si sono mossi molto poco, forse un po’ di più Bruno rispetto a Kaspar. Vittoria si è mossa con eleganza, ha mantenuto una buona postura anche se le prese sono state effettivamente deludenti. Ma tra il 6 e il 2 c’è una grande differenza: un 4 per l’attrice poteva starci.
Ecco il secondo errore di Carolyn Smith.

Ma veniamo al terzo errore della presidente di giuria. Come sa chi segue il programma, uno dei possibili spareggianti ha diritto al salvataggio grazie al tesoretto procurato dal “ballerino per una notte” di turno. Ieri si è esibito il calciatore Bruno Conti, campione del mondo nel 1982. Una performance davvero modesta e i voti attribuiti dalla giuria mi sono sembrati equi, anche se non ho capito come mai i giurati abbiano rinunciato ai 10 di rito, creando una diseguaglianza di giudizio tra le prime esibizioni e queste ultime. È vero che il tesoretto di fatto salva la “stella” cui è attribuita, ma non mi sembra un atteggiamento coerente.
A questo punto la Smith decide che questo tesoretto, tra Christian Panucci, Bruno Cabrerizo e Vittoria Belvedere, venga attribuito a …. Christian. Ed ecco che l’ormone colpisce ancora. A meno che non si sia trattato di un errore di valutazione da parte di Carolyn. Può darsi, infatti, che abbia pensato di salvare Panucci, per cui ha indubbiamente un debole, temendo che il pubblico da casa gli preferisse Bruno, visto anche l’indiscutibile fascino del modello, ex calciatore. Perché è vero che il televoto spesso premia la bellezza o la simpatia piuttosto che la bravura. Quindi, lasciando la Belvedere in balia del televoto, la Smith era probabilmente convinta che il pubblico la salvasse. Cosa che non è avvenuta lasciando l’unica colpevole di stucco.

Ecco quello che penso. Forse mi sbaglio ma onestamente credo che la Belvedere sia uscita ingiustamente, considerando anche che Barbara Capponi, spesso dileggiata dalla giuria, non si è ritrovata nemmeno tra i tre spareggianti. Credo sia la prossima candidata per l’uscita, vista la predilezione della Smith per i maschi. Un po’ mi dispiace perché si sta comportando bene ed è spesso sottovalutata nonché presa in giro per quel suo essere “antica” che, secondo me, vuol significare solo essere una signora forse un po’ restia a farsi mettere troppo le mani addosso dal compagno. In fondo, anche se parliamo di ballo e non di mobbing, non tutte si lasciano andare come se niente fosse. Ci vuole un po’ di tempo e i progressi si vedono anche se non si può nemmeno mettere a confronto lo stile della giornalista con quello della Belvedere.

Insomma, Canino avrebbe dovuto tacere. È inutile criticare l’iniquità del televoto quando i primi a non essere equi sono proprio i giudici. E quando, soprattutto, gli errori di valutazione arrivano dalla presidente di giuria che dovrebbe essere un’esperta.
A questo punto mi vien voglia di dire: Carolyn, vai a casa!

28 febbraio 2010

LORENZO CRESPI-SHOW A “BALLANDO CON LE STELLE”: POLEMICHE SENZA FINE, LASCIA LA GARA ED E’ ELIMINATO

Pubblicato in: Lorenzo Crespi, spettacolo, televisione tagged , , , , , , , , , , , , , , a 12:56 am di Marisa Moles


Anche sabato 27 febbraio a “Ballando con le stelle” Lorenzo Crespi è stato protagonista del suo personalissimo show a base di salsa e … polemiche. Ormai credo che abbia toccato il fondo e, nonostante la sua indiscutibile bravura di ballerino, sia indifendibile dal punto di vista umano. Se si fosse limitato alle polemiche sui voti della giuria, sarebbe stato accettabile. Ma la sua reazione al solito video-clip che anticipa l’esibizione dei vip con i loro maestri ha passato ogni limite, visto che si è permesso di offendere pubblicamente non solo i concorrenti rivali ma anche i ballerini professionisti. Fino ad arrivare all’abbandono della povera Natalia Titova, sublime maestra e ragazza dolcissima, oltre che dotata di infinita pazienza e di una classe invidiabile. Da lei Crespi avrebbe potuto imparare molto, non solo nell’ambito del ballo, ma anche dal punto di vista umano. La Titova ha, soprattutto, una dote che al Crespi manca del tutto: l’umiltà.

La prima parte della serata sembrava filare liscia, con sorrisi e balli, cioé esattamente quello che i telespettatori e il pubblico in studio vorrebbero vedere sempre in uno spettacolo televisivo del genere.
Alla prima sfida con Raz Degan, Lorenzo Crespi dichiara: “Le vincerà tutte lui [le sfide], se lo merita”. Poi, però, quando inspiegabilmente la giuria premia proprio Raz, Crespi non sa nascondere il disappunto, facendo una faccia più che eloquente: è evidente che quello che ha appena detto non lo pensava affatto. Alla fine di questa prima manche vince al televoto, il che significa che il pubblico da casa, nonostante tutto, continua a premiarlo.

Non contento del favore che ottiene, non riesce a frenare la lingua che, ormai, è indipendente dalla sua testa: se pensasse prima di parlare, certe cose non le direbbe. Nel VIDEO che va in onda prima della seconda esibizione, Crespi polemizza su ciò che Simone Di Pasquale aveva detto la volta scorsa e cioé che Barbara De Rossi, sua partner, era talmente dispiaciuta per quello che era successo -Crespi aveva disertato per tutta la settimana la sala prove- da essere “depressa e devastata“. Oddio, forse le parole del Di Pasquale sono state un po’ esagerate, comunque non era indispensabile replicare dicendo “che c’entra lei con la vita mia?”. Poteva, in effetti, limitarsi a dire: “mi dispiace che Barbara si preoccupi per me”. Poi spara a zero sul ballerino professionista dicendo che Di Pasquale in confronto a Todero o a Di Filippo -altri ballerini professionisti- sparisce. Quindi asserisce di essere stato aggredito da lui durante la puntata precedente. In effetti Di Pasquale voleva solo difendere la Titova -con cui ha ballato per anni e ha avuto anche una storia d’amore- visto che era stata abbandonata per tutta la settimana.

Al termine della messa in onda del video-clip e dopo l’esibizione della coppia sfidante, quando tocca a Lorenzo Crespi si presenta in pista la Titova da sola, con aria alquanto sconsolata ma sempre con il sorriso smagliante sulle labbra. Che è successo? Crespi è sparito, non si trova più. Di Pasquale non si lascia sfuggire nemmeno questa occasione per difendere la collega maestra di Crespi: “una ballerina del genere non si lascia mai da sola“. Certo, ma si potrebbe osservare che non si abbandona la gara dopo essersi impegnati a portarla a termine. Infatti, interpellata la presidente della giuria, Carolyn Smith, osserva che in questi casi si procede alla squalifica.
Milly sembra impacciata e guarda in giro per lo studio in cerca di lumi. Nasconde il disappunto ma si capisce che anche lei non ne può più delle sceneggiate di Crespi. Da parte sua, Barbara De Rossi è ancora più depressa e in suo soccorso interviene nuovamente il fedele Di Pasquale che osserva: “Lei [Barbara] ha dimostrato di fare molte cose, alla sua età. Bisogna essere umili fino alla fine, non si deve giudicare”.

Nel frattempo la produzione fa sapere che Crespi può rientrare per la manche a quattro valida per il salvataggio ma la sfida è vinta dalla coppia avversaria e il concorrente assente non può partecipare al televoto. Milly, però, non demorde e manda Paolo Belli a cercare l’attore. Lui, tuttavia, non c’è e ha il cellulare spento. Più tardi si saprà che è in camerino a parlare con la direzione.
Intanto a bordo pista si scatenano le polemiche da parte degli ospiti invitati alla trasmissione. Il giornalista Sandro Mayer osserva che una ballerina stupenda come Natalia non si abbandona e che gli sembra un peccato che le cose siano andate così perché all’inizio della puntata Crespi sembrava allegro e rilassato; ma durante la messa in onda del video ha cambiato faccia, continuava a fare “no” con la testa e dal labiale si è capito che ad un certo punto ha detto “non ce la faccio più, me ne vado”.
Uno dei giurati, Fabio Canino, si dimostra favorevole alla squalifica perché ritiene non ci siano giustificazioni al comportamento di Crespi: “ha preso in giro tutti, o ci si diverte o si va a casa”. La Smith è d’accordo per la squalifica e, quando Mayer tenta di difendere l’attore parlando di “psicologia particolare”, Canino salta su dicendo che ha sbagliato e deve pagare per questo. Anche la Titova chiede che venga presa una decisione definitiva: meglio se non torna più ed è d’accordo con la Smith.

La Carlucci si professa super partes e sostiene che “Ballando” è una vera gara, molte persone si mettono in gioco e si sacrificano, cercando di sorridere anche nelle sfide, come quando si gioca in spiaggia e poi si va a mangiare la pizza insieme.
A questo punto interviene Ron Moss , sempre molto discreto forse anche per colpa della lingua che non consoce, dicendo che non vuole parlare male di nessuno ma tutte le persone in gara si sono fatte un mazzo così dalla mattina alla sera; si deve capire che bisogna farla finita con le polemiche e i comportamenti sbagliati, soprattutto ne devono prendere atto la giuria e il pubblico che televota. Definisce Crespi un bambino viziato che vuole stare al centro dell’attenzione, ma l’attenzione bisogna darla a chi la merita.
A parziale difesa interviene Lamberto Sposini osservando che non bisogna fare dei processi sommari in contumacia e spera che Crespi ritorni sui suoi passi. A questo punto Barbara De Rossi, furibonda nonostante per carattere sia piuttosto timida e riservata, dice che non si può fare e dire ciò che si vuole. Milly vorrebbe che Lorenzo ritornasse anche perché non si abbandona così una gara e Sposini la supporta auspicando che Crespi dia delle spiegazioni sul suo comportamento. Guillermo Mariotto, con il suo solito sorriso sornione, osserva che la tramissione si sta trasformando in “Parlando con le stelle” e anche Ivan Zazzeroni concorda nel sostenere che non si possono portare i problemi propri in pista e che Crespi ha dei problemi che non sono legati allo spettacolo in sé. Come dire che è paranoico, insomma.

Dopo la discussione, la gara continua con le altre sfide, intermezzate dall’intervento dei due ballerini per una notte: Valerio Scanu e Emanuele Filiberto, reduci dal Festival di Sanremo. La Rai sponsorizza la Rai, insomma.
Alla fine, Crespi non si presenta per la manche a quattro e viene eliminato. Aggiungo: FINALMENTE!
Viene eliminata Margherita Granbassi, nonostante sia stata lodata dalla giuria per tutta la serata. Forse le è stata fatale l’attribuzione dei punti del tesoretto a Barbara De Rossi che i giurati sembrano privilegiare spesso.Lo spareggio tra Ron Moss e Benedetta Valanzano (ripescata) si disputerà nella prossima puntata, anche perché lo Crespi-show ha fatto perdere un sacco di tempo in inutili parole. Sarebbe stato molto meglio non ammetterlo in gara la scorsa puntata, visto che aveva disertato le prove. Almeno la povera Natalia non sarebbe stata umiliata a questo modo.

A GRANDE RICHIESTA, ECCO IL VIDEO DEL MOMENTO CLOU DELLA SERATA, QUANDO CRESPI E’ SPARITO!

PER LEGGERE LE ALTRE “PUNTATE” DEL LORENZO CRESPI-SHOW, CLICCA QUI.

[POST AGGIORNATO IL 29 FEBBRAIO 2010]

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Insegnanti 2.0

Insegnare al tempo dei "Nativi Digitali"

L'isola delle colline.

Nella mia vita ho speso più tempo a chiedere "Ci beviamo un caffè?" che a bere davvero caffè.

cucinaincontroluce

il mio mondo in uno scatto

I media-mondo

LA MUTAZIONE CHE VEDO ATTORNO A ME. PROVE DI PENSIERO DI GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

La disoccupazione ingegna

Sono disoccupata, sto cercando di smettere. Ma non mi svendo

Nephelai

......... phrontisterion sospeso di MARIA AMICI

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

lauracsbno

Blog di una bibliotecaria molto poco evoluta ...

Sentimental Blog

parole sparse nell'aria

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Just another WordPress.com site

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

ARTisablast

Scambiatevi ogni giorno un po' di farfalle.

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dott.ssa psicologa, psicoterapeuta Marzia Cikada (Torino)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Critica Impura

letteratura, filosofia, arte e critica globale

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

minnelisapolis

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

Diemme

Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 235 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: